Oracle Database Appliance

Oracle Database Appliance

ODA (Oracle Database Appliance) permette di migliorare i costi di gestione semplificando le procedure di implementazione e manutenzione e garantendo la continuità dei servizi informatici.
Costruito intorno al database Oracle, ODA offre un sistema integrato di software, server, storage e networking ottimo per l'elaborazione di transazioni (OLTP), In-Memory Database e applicazioni Data Warehouse.

La sua licenza capacity-on-demand offre la possibilità di scalare da 2 a 72 processori senza l'onere dei costi normalmente associati all'upgrade dell'hardware.

L'hardware di Oracle Database Appliance X5-2 è costituito da una struttura rack da 6 unità contenente due server Oracle Linux e uno storage shelf. Ogni server è munito di due processori Intel Xeon 18-core E5-2699 v3, una memoria da 256GB e una connessione Ethernet da 10Gb. I due server sono connessi tramite InfiniBand e condividono uno storage SAS direct-attached ad alte prestazioni.
Il dispositivo prevede inoltre 64TB di raw device, quattro dischi a stato solido da 400GB per dati di accesso frequente e quattro dischi (sempre a stato solido) da 200GB per i redo log.

ODA permette di allestire velocemente, e tramite un'unica struttura, una piattaforma virtuale basata su Oracle VM capace di gestire sia database che flussi applicativi.
Grazie alle licenze capacity-on-demand, infine, sia gli ISV che i clienti finali potranno gestire flussi di lavoro differenti grazie al partizionamento permesso da Oracle VM.
Exadata