LIST-PARTITIONED

LIST-PARTITIONED
  • 7
    Feb

LIST-PARTITIONED

twittergoogle_pluslinkedin

Introduzione all’argomento:

In una partizione di lista, il data base utilizza una lista di valori per individuare la partizione sulla quale lavorare. Utilizzare questo partizionamento aiuta ad individuare la strada migliore per ciascuna valore della partizione, attraverso la lista è possibile raggruppare i dati se il costo dell’interrogazione al db è alto a seguito dell’ordinamento.

Di seguito viene esposto un esempio il quale mostra come la partizione di lista lavora

1. Attraverso il seguente comando creiamo una tabella con partizione di lista, il campo promo_id è la partizione chiave.

Controllo la partizione creata:

Le successive 3 immagini mostrano quanto si diceva prima a riguardo del raggruppamento dei dati tramite partizione.
Di seguito: HIGH_VALUE Partition

Di seguito: MEDIUM_VALUE Partition

Di seguito: LOWER_VALUE Partition

Scaricare lo script mostrato per creare la tabella list_sales :

LIST-PARTITIONED TABLE – script.sql

Attorno allo scenario delle partizioni, qui viene indicata una nota generale del concetto di partizione:

– Link a INTERVALPARTITIONING, articolo di Settembre
– Tale aspetto organizzativo offre la possibilità a tabelle e indici di essere suddivise in singole parti. Queste singole parti si chiamano appunto partizioni. Una partizione ha un suo nome e una sua caratteristica di archiviazione dei dati. Dal punto di vista di un amministratore di una base di dati l‘oggetto ‘partizione’ è costituito da molteplici parti che possono essere organizzati singolarmente oppure tutti insieme.

Il presente articolo non tratta i seguenti punti:

– Range-Partitioned Tables e Global Indexes
– Hash-Partitioned Tables e Global Indexes
– Reference-Partitioned Tables
– Composite Partitioned Tables